I consigli dell’oste per le persone come noi con il fegato spappolato ma senza la terza ginnasio


E poi ci sono quelli come noi, che amano bere assai e bene ma non hanno una formazione classica. Non hanno mai seguito i corsi AIS, non sanno le 74 DOCG, ma le hanno assaggiate tutte due volte. Siamo quelli che a costo della vita non solo non saprebbero identificare le sedici componenti aromatiche del Sauvignon, ma manco il piscio di gatto.

Con noi, il mio maestro delle elementari direbbe: si impegna ma proprio non è la sua materia. Non è portato. Siamo gente che tutto quel che sa lo ha imparato sul campo, ammorbando l’osteria di stupide facezie, e applicandosi fin la chiusura delle saracinesche. Gente come noi l’oste le rimprovera. Però poi un poco ci vuole anche bene e mosso a pietà ci consiglia.

Ci si incontra poco, per cercare di non farsi notare – che so – una volta al mese. E ci divertiamo a farci consigliare. Non avendo la ben che minima capacità di scegliere in autonomia, l’oste di solito ci guarda male e se ne esce con un ci penso io. E durante la serata ci traghetta attraverso tre bottiglie da favola.

Ricordi permettendo, cercherò di tenere una piccola rubrica che dia fama e lustro anche a quanti del vino sanno solo che lo apprezzano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...