Il termine di paragone


clock_10mIl termine di paragone alle volte è un meccanismo mentale che ci rovina. Quella volta che tutto è stato come stare dentro un orologio perfettamente oliato, quella volta che hai riso a più non posso, quella persona che ti faceva prudere le dita come nessun’altra.

Mi racconta, la mia amica, di quell’impressione di imbarazzante sospensione di interesse che ha provato quando è capitato di uscire con un paio di uomini da poco conosciuti. E ritrovarsi a pensare “ma perché io devo essere qui quando potrei stare a bere e ridere con i miei amici di sempre?. – Che poi mi tocca fare fatica per far capire a questo tipo che non sono interessata senza sembrare una stronza ingrata…”

Cara amica mia, fai un grosso errore paragonare qualcuno che per il momento è un emerito sconosciuto e con cui magari non è subito scattato un feeling intenso, con una compagnia di amici che si conoscono da 25 anni. E’ come mettere una pietra grossa come una casa su un possibile rapporto. Uccidi l’ape che potrebbe dare il miele solo perché non ronza come vorresti.

Non puoi chiedere che ci sia la stessa sensazione di rilassata confidenza. Noi ti conosciamo per quella che veramente sei: per i tuoi momenti difficili, per i compiti di inglese copiati, per le ore di studio comune, per quando eri troppo magra, per i rapporti andati a male, per le feste di fine anno, per le chiacchierate ormai dimenticate sul muretto della scuola, per i pullman presi insieme, per le cene sguaiate, per i momenti mezzi addormentati, e per mille altre cose.

Non potrà mai essere così con qualcun altro, se non con il tempo. Bisogna investire e crederci in un rapporto che si vuole rendere vero. Ed intenso. Il termine di paragone è impietoso. Non credi? Certo, si può passare da un capodanno all’altro con un rapporto superficialmente soddisfacente. Anche questa è una scelta, meno dura da portare addosso, almeno undici mesi all’anno. Perchè l’alternativa non soltanto è impegnativa, ma può anche essere paurosa. Significa aprirsi moltissimo, mostrare le tue parti molli a qualcun altro; quella parte di te che i tuoi amici conoscono e comprendono e sai che non maltratteranno mai.

Basta con le banalità per questa sera. Buona notte a tutti

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...