Territori di caccia


Immaginate di leggere che esista una matematica femminile secondo cui c’è un maschio appetibile ogni trenta donne. Ecco, e ora immaginate di avere una chiara consapevolezza per la quale, per ogni femmina appetibile, ce ne sono trenta su cui sarebbe più conveniente mettere una bella X. Con un pennarello indelebile. Giusto per non sbagliarsi. Questo significa che la probabilità che un “ragazzo d’oro e/o buon partito” incontri fortunosamente una “ragazza da marito” da far felice (secondo la nomenclatura un po’ desueta dei miei genitori) è proprio da lanternino. Immaginate lo sconforto!

Per fortuna, ripensandoci un poco meglio vien da chiedersi in quali orride categorie possano ricadere tutti gli altri ventinove/trentesimi di maschi in cui una donna si imbatte quotidianamente. Ci sarà qualche scapolo impenitente, qualche sposato senza remore, qualche separato ancora preso dalla ex compagna, qualche finto giovane… ok, ma gli altri? Siamo proprio certi che siano tutto assolutamente inapprocciabili?

Mi pregio di far parte della categoria dei single scopabili secondo chiari principi di igiene, dialettica, colloquialità ed estetica. Chiederei una conferma ad amici e conoscenti che mi leggono, ma non volendo correre un deleterio rischio di smentita, preferisco che i miei 99 lettori diano per postulato la mia dichiarazione decisamente poco modesta. 🙂

Da buon single non per scelta comoda, ma più che altro per abitudine all’indipendenza, non disdegnerei un rapporto che sapesse far suonare qualche campanello sia sopra che sotto il girovita. Ma la cosa non è facile, anche perché con il passare del tempo qualche confine minimo necessario, come è giusto che sia, lo vai tracciando. In una tale situazione, non accreditabile quindi sotto il nome di “innamoramento”, ben ci si accontenterebbe di condividere ogni tanto il letto, l’erba e il telecomando con la propria corrispondente femminea di single Scopabile. Intendendo con essa un essere di sesso femminile dotata innanzitutto di una chiara comprensione del significato dello status di Single.

Perché dico questo? Perché la mia piccola statistica mi porta a credere che mentre gli uomini per indole riescano ad abbracciare con facilità lo stile di vita single, con tutti i relativi pro e contro, la condizione di singletudine femminile ha spesso una caratteristica più altalenante: si dichiara apertamente tale; esplicita la propria indipendenza da un singolo pene asserendo che per nulla scambierebbe la propria libertà; fa delle vere e proprie battute di caccia con le amiche circuendo il bello del locale girovagando per la Milano-bene e spandendo ferormoni ovunque… ma poi, svegliatasi la mattina nel di lui letto, si impadronisce del 95% dello spazio mentale libero nell’uomo. Lei magari non ne è cosciente ma, tornata a casa, scatta il cronometro e se lui non le scrive entro le dodici ore dalla copula partono tutti gli allarmi. Perché lui non le ha offerto il suo spazzolino?, perché non l’ha abbracciata nell’addormentarsi?, o perché non le ha chiesto cosa fare nel weekend?

Il fatto è che il diavolo sta nei dettagli. Gli uomini lo imparano fin da piccoli, e quindi quando una donna emette quei brevi segnali di instabilità emotiva, non connessi ad un periodo premestruale, si fa subito prudente. Per questo non esisterà mai un censimento del maschio scopabile: questa rarità statistica ha imparato secondo necessità a passare sotto i radar femminili. 🙂

Infatti, è prerogativa dei single poter declinare un palese invito ad accoccolarsi dentro una patata, per scegliere invece una serata in cui essere il pieno padrone del proprio telecomando, ed evitare magari di dover l’indomani far una copia delle chiavi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...