Certe linee blu sono una infamia (lettera aperta al sindaco Pisapia)


Gentilissimo Sindaco Pisapia,

le scrivo per sottoporre alla sua attenzione una situazione di cui forse non è a conoscenza e che ha ereditato dalla giunta Moratti.

La questione è presto detta, da mesi sono state tracciate tante belle righe blu per il parcheggio a pagamento nei dintorni del mio luogo di lavoro. Stiamo parlando di via Socrate, una piccola via traversa a Viale Monza. Si tratta naturalmente di una zona ben lontana dalla cerchia dei bastioni, e lungi dall’essere dentro le cerchie delle tre circonvallazioni. In effetti si trova all’estremo limite nord di Milano (tanto che la metropolitana relativa è Villa S. Giovanni, che è l’ultima fermata urbana). E’ una area, come potrà verificare con facilità, che di base è popolata da industrie e uffici. Il parcheggio in quelle zone non risulta mai complesso e non ha mai reso difficoltosa la circolazione. Spazi ce ne sono e sono sufficienti per tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, frequentano la zona.

Ebbene, mesi fa, la Giunta che l’ha preceduta, decise di dover regolamentare la sosta anche in quella zona. Non si capisce bene perchè, visto che non c’è una effettiva necessità di incentivare la movimentazione delle macchine, come è giusto fare in aree più densamente popolate o di interesse maggiormente commerciale, dove il cittadino fa commissioni o deve andare e venire per la propria attività lavorativa. Quella zona nord di Milano non ha mai visto ingorghi o parcheggi selvaggi su marciapiedi. Eppure, la giunta Moratti ha ben pensato che fosse cosa buona e giusta dover far pagare i cittadini per il diritto di parcheggiare in quelle zone. Le strisce blu e gialle sono state infatti tracciate praticamente ovunque (mi pare di ricordare in “bianco” solo una decina di posti nei pressi della sede della posta in fondo alla via). Quindi, a tutti gli effetti l’applicazione pedestre della normativa metterebbe ogni cittadino che lavora in tal area nella condizione di dover pagare una sovratassa – perchè tale sarebbe – per il diritto di fermarsi in una zona che – sfido chiunque a dire il contrario – non necessita in alcun modo di regolamentazione.

La cosa è sempre stata tanto evidente che fino ad oggi nessun vigile si è mai adoperato per dare una multa.

Ma ora pare che le cose debbano cambiare. E’ stato comunicato che dal primo giorno di Febbraio si inizieranno a dare le multe. Trovo triste che questa decisione poi avvenga proprio sotto la Sua amministrazione. Se abbiamo sperato in una cosa, con la sua elezione, è stata proprio la speranza in una maggiore giustizia sociale in questa città che giusta lo è stata molto poco negli ultimi vent’anni. Non vogliamo l’applicazione cieca di norme, vogliamo una città che non ci strangoli, che rispetti chi la vive , che faccia rispettare le regole quando esse sono giuste e necessarie, non quando servono solo a fare cassa. Altrimenti ci verrebbe da pensare che veramente non c’è la possibilità di costruire insieme una area metropolitana nuova, moderna e ben organizzata.

Nella speranza di riceve una Sua risposta,

colgo l’occasione per porgere i migliori saluti

Un cittadino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...