2 luglio 2011


Ormai è fatta!. Il giorno della migrazione è arrivato, e sono sopravvissuto. Toccati i quarantanni finalmente sono riuscito a mettere in quattro sassi uno sopra l’altro su un metro quadro di terreno che è solo mio (e della banca per qualche annetto). Ancora non ci credo, ma è una sensazione galvanizzante. Mi metto steso per terra sul pavimento a piedi nudi, allargo le braccia e abbraccio il cielo.

Dal 2 luglio dormo sul mio nuovo japan-style bed e devo ammetterlo, mi sono concesso qualche sfizio, tipo questo lettone che ho desiderato da sempre.

Ora parte la festa, ho mille e uno piccoli particolari da sistemare; fossimo in due sarebbe forse un pochetto più divertente, lo so, ma mi accontento comunque della bellezza del momento. Ho accessori da comprare, disposizioni da scegliere, riduttori da installare, librerie da disegnare, fumetti da impilare, lasciare tutto in giro, appendere i quadri, svuotare la cantina… tutto questo in 85 m2 di pazzia e burocrazia! 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...