[ask a small thing § 1] A not-dumb company, a not-dumb boss


Alle volte vorrei essere un poco più accomodante. E riuscire ad accettare con buon animo la miopia di chi mi sta sopra gerarchicamente. Vorrei essere in grado di stare nei canoni in cui l’azienda mi vorrebbe.

Eppure, io credo, non è una grande cosa chiedere un capo che non sia un completo idiota.E’ triste avere dei responsabili che non hanno la capacità di leggere e assecondare le propensioni e la voglia di novità che i dipendenti esprimono.

E’ triste vivere un’azienda che è strutturata per limitare tutte le iniziative e le idee che non sono budgettizzabili, che non permettono un ritorno economico nel breve periodo. Si tratta di una azienda che è calibrata sulla mediocrità. E che quindi non ha una visione strategica e di valorizzazione del personale.

Quando qualcosa non è tua competenza, non deve far parte della tua area di interesse. E il tuo superiore non solo non vuole gestire l’innovazione e l’intraprendenza, non riesce a gestirla perché è completamente cablato nei processi aziendali. Non riesce a trovare le ragioni e la casella da flaggare sul suo business plan per approvare un’attività fuori programma.

La scena che ho vissuto oggi è stata tragicomica: alla mia richiesta di partecipazione all’evento annuale di un partner (una giornata), una richiesta che ho fortemente sostenuto, tanto da proporre anche che prendessi delle ore di ferie per potervi partecipare. Il responsabile è stato capace di dirmi (e cito)… no, lascia perdere, sarebbe una giornata completamente persa, non è di tua competenza fare quell’attività… dopo di che – senza soluzione di continuità – mi ha chiesto un appuntamento settimana prossima per parlare del mio futuro, della formazione e dei miei progetti.

Si può essere tanto miopi?

Annunci

2 thoughts on “[ask a small thing § 1] A not-dumb company, a not-dumb boss

  1. comprendo e condivido la tua incazzatura, in pieno (anche se non ho capito precisamente a chi ti riferisci con ‘il tuo capo’…o meglio, sono indeciso tra un paio di persone).
    Secondo me fai bene a non essere accomodante, anzi, ti incito a maggiore combattività: se credi nell’iniziativa, spacca le palle al tuo capo o al SUO capo (hai afFERRAto?) e spiega perchè ci vuoi andare. Magari non ci andrai lo stesso, ma almeno costringili a fare lo sforzo di produrre un’argomentazione decente affinché tu non vada.

    Mi piace

  2. ahahaahah benvenuto in italia!
    cmq forse il miope sei tu ché non ti è dato di vedere il quadro complessivo (qualsiasi esso sia, eh!).
    se ti ha detto così è perché per il tuo capo nella sua “visione generale” è meglio così; ma sapendo del tuo scalpitìo ti ha fatto vedere la carota. insomma caro mio l’italia ha una mentalità di merda su certe cose. secondo me bisogna creare cultura del lavoro perché sennò qui… altro che età della pietra…stiamo regredendo a vista d’occhio mentre il mondo va avanti. idee?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...