Cazzeggiare paga (come uscire con una libraia in meno di 3 minuti)


L’intenzione era di prendere un paio di mutande pulite e scappare in direzione mare per il fine settimana. E’ un po’ che il mare mi chiama, e pensavo proprio di indulgere in un vizio da troppo rimandato. Non avevo fatto i conti con la mia tendenza a fare stronzate così su due piedi.

Sta di fatto che venerdì sera, prima di fuggir velocemente a cena dai miei, e dopo il lavoro, sono andato in Feltrinelli per chiarire un mezzo casino che mi hanno fatto con un ordine.  Vado al banco accettazione, fo’ un po’ di rimostranze e me ne vado in cassa a recuperare il mio anticipo. Ed ecco… alla cassa… questa dolce donzella… con i capelli corti tanto sexy e sul naso delle lentiggini… Il cervello mi si mette in modalità “e che cazzo” con un accenno di “chi se ne fotte”. Ho circa 30  secondi per dirle qualcosa prima che sparisca dalla mia vista per sempre. E quindi, sfruttando il fatto che in coda nono c’è nessuno, dico la frase più banale che mi viene in mente, qualcosa farfugliato che fa circa così:

senti maaaa…. come è lavorare qui in feltrinelli? Mi sono sempre chiesto se sia affascinante lavorare in mezzo ai libri come si crede oppure è tutta fuffa…


Lei – mi guarda tra l’annoiato e il patetico, sta per mandarmi a cagare quanto insisto con qualcosa del tipo:

Ok lo so, che palle, sempre le stesse cose… direi che ti ci vorrebbe una bella serata in cui parlar di tutto tranne che di lavoro

Al che dietro in coda mi si avvicina una tipica matrona napoletana (almeno nel mio immaginario)… io mi rivolgo a lei: “vero signora che dovrebbe dire di sì ed accetta di uscire? magari darmi il suo numero…”

La signora naturalmente dice “signorina, io non mi fiderei molto. C’è di tutto in giro.

Ma ormai la libraia sexy mi ha preso un pochetto in simpatia, e un po’ si vuole sbarazzarsi di me, così mi fa “va beh, dammi il tuo di numero che magari ti chiamo”.

A questo punto io sono certo che quel MAGARI, è un addio per sempre. Mi metto il cuore in pace, mi pongo in modalità “cane bastonato”, metto via i miei 5 euri, e me ne vo’ pronto per il mare.

Ebbene, sorpresa sorpresa… sto già bello che spamparanzato a San Remo, quando mi arriva un messaggio anonimo per un bel randevouz per la sera successiva. 🙂 Questo ha decisamente modificato il mio umore e i miei piani per il weekend.

Ah, la vita!

Alle volte ci si fa tante menate, si cerca di essere interessanti, di trovar la frase giusta, quando invece quel che basta è qualche fregnaccia da pessima commedia americana. Ma chi sono io per lamentarmi??!! 🙂

Annunci

2 thoughts on “Cazzeggiare paga (come uscire con una libraia in meno di 3 minuti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...