Gira la ruota (quieting the lizard brain)


Tutti partecipiamo al gioco dei cambiamenti, non è una novità, ed onestamente, per me è un periodo singolare, di mutamenti invisibili. Quasi stessi cambiando pelle spirituale.

(è una cosa ciclica e quindi volevo buttarci sopra l’occhio della mente per un poco)

Come ieri, in ogni momento si potrebbero alzare i calici al cambiamento: chi cambia casa, chi ruolo, chi sentimenti, chi meramente la macchina. I rinnovamenti sono cose strane, non sai mai se amarli o odiarli. C’è a chi l’uniforme sta stretta e chi la indossa appena la vita gli e la porge. Probabilmente sono neutri, come i tornadi.

Sono un propellente. Volente o nolente – ti beccheggiano intorno. Ti penetrano l’amigdala anche se non ti riguardano. Per quanto mi concerne, il più delle volte sono i biscotti della mia colazione. Ma altre volte mi fanno perdere il sonno. Perchè?

Perchè vi sono dei momenti di chiarezza brutale in cui sai che tutto quel che desideri è nella tua stessa stanza, insieme alle risa, alla comprensione, e non vorresti che nemmeno gli atomi vibrassero; ma al contempo sai che, per quante solide basi tu possa aver posto, basta un volo di farfalla…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...