Uccidete chi più amate


2006071412394088L’ultima volta che sono venuto in questo luogo, l’aria aveva un profumo diverso. Mi sono svegliato cogliendo nuove sfumature, ripensando a situazioni e vedendole con nuovi occhi, più aperti e silenti. Non dormo molto. E’ la tristezza che s’incammina e m’abbandona dopo avermi visitato.

Non serviva esserci perchè gli occhi non vedevano. Non serviva parlare – ora me ne accorgo – perchè le orecchie non ascoltavano; le mie alle tue parole, le tue alle mie parole.  E’ la coscienza che mi smaschera.

Fa male il capire l’errore, e ugualmente lo smascherare l’illusione. E’ quasi l’assassinio di ciò che più amo. E’ molto zen, ma in ogni modo fa male.

E adesso?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...